Parole di pittore. Nella Marchesini - tra disegno e scrittura

Torino, Galleria Opere Scelte

La mostra è incentrata sul rapporto intenso, tra disegno e scrittura, esistente nella produzione artistica di Nella Marchesini. L’artista, capostipite della scuola di Felice Casorati, sente l’arte come un’urgenza vitale da manifestare in ogni modo e su ogni supporto possibile.

Nel lavoro della Marchesini, il disegno e la scrittura sono due modalità fondanti in quanto pratiche veloci, sintetiche e accessibili: con una semplice matita Nella ha potuto rappresentare l’universo complesso del suo essere anche nei momenti più difficili della sua vita. Queste due modalità non sono solo facilmente realizzabili, ma possiedono una ricchezza  d’espressione eccezionale che  l’artista coglie  con  diverse  sfaccettature miscelandone le peculiarità che spesso si determinano vicendevolmente.Il disegno non è solo bozzetto preparatorio per i vari dipinti, ma è un’istantanea del quotidiano, dell’intimità più precaria ed effimera che svela, però la parte più autentica dell’emozione e del pensiero.
Con il disegno Nella Marchesini riesce a eludere parte della rigida impostazione di matrice casoratiana,dando forma al suo ambiente familiaree alle sue esperienze con un’affascinante proiezione personale che fa emergere la sua sensibilità, articolata e vigorosa. Trasfigurazioni religiose e deformazioni simboliche, presenti sia nei disegni che negli scritti, rivelano molto chiaramente chi è Nella Marchesini: artista, donna e madre.
Nel tempo l’artista ha scritto una sorta d iZibaldone sul quale lei annota pensieri, sogni e paure nello stesso modo in cui disegna. Vi è un’interrelazione unica e sorprendente tra scrittura e disegno. Così anche i libriletti dalla Marchesini diventano essi stessi opere d’arte in quanto accolgono disegni e rielaborazioni grafiche inedite.